Internazionale
Home > Il Giornale > Anno 2014 > Anno 2014

Anno 2014

Articoli di questa rubrica


Francia

Dopo la sberla elettoraleIl Partito socialista prosegue la stessa politica antioperaia (Numero 125 - Aprile-Maggio 2014)

In Francia le elezioni amministrative di marzo sono state una sconfitta clamorosa per il Partito socialista che ha perso la direzione di un gran numero di comuni. Dopo questa sberla ricevuta dal proprio elettorato il presidente Hollande ha deciso di sostituire il primo ministro Ayrault con (...)


I risultati di Lutte Ouvrière (Numero 125 - Aprile-Maggio 2014)

I nostri compagni dell’organizzazione trotskista francese Lutte Ouvrière (Lotta Operaia) sono stati presenti in modo autonomo nelle elezioni amministrative di marzo con 204 liste di candidati. Sotto il titolo "contro la borghesia e i suoi servitori politici, fare sentire il campo dei (...)


Ucraina

I lavoratori presi tra nazionalismi opposti (Numero 125 - Aprile-Maggio 2014)

In Ucraina la tensione è cresciuta tra il governo di Kiev e gli attivisti prorussi dell’est del paese che contestano la sua autorità ed occupano numerosi edifici pubblici. Il governo dà loro dei "separatisti" o addirittura "terroristi", ma non riesce a placare questa agitazione, anche quando (...)


Egitto

Quattro mesi di occupazione, assediati da guardiani e cani (Numero 125 - Aprile-Maggio 2014)

Dei militanti egiziani ci mandano la seguente corrispondenza, che mostra come i lavoratori provano a difendere i loro diritti elementari mentre in Egitto i padroni vorrebbero riprendere tutto ciò che hanno dovuto mollare dall’inizio della cosiddetta "primavera araba". Da quattro mesi gli 84 (...)


Cento anni fa la Prima Guerra Mondiale

L’Europa e il mondo alla vigilia della guerra (Numero 125 - Aprile-Maggio 2014)

Cento anni fa l’Europa e il mondo furono travolti dalla più terribile guerra mai vista fino ad allora. Il conflitto vero e proprio costò oltre venti milioni di morti, ai quali debbono venire sommati i milioni di vittime dell’influenza spagnola, che infierì su di una popolazione affamata e debilitata (...)


Il Qatar ha costruito le proprie fortune sul petrolio, ed è oggi il più ricco del mondo per reddito pro-capite. L’appartenenza a un’elite mondiale lo ha promosso anche sul piano dell’organizzazione di eventi, una decorazione di prestigio per un Paese rampante. La Federazione internazionale Gioco Calcio ha deciso che in Qatar si svolgeranno i mondiali di calcio del 2022

Nuovo articolo (Numero 124 - Marzo 2014)

STRAGE DI LAVORATORI PER I MONDIALI DI CALCIO IN QATAR
Molti hanno avvicinato le attuali manifestazioni sportive al ruolo che svolgevano i giochi del circo nell’Antica Roma. La gente si dimenticava la propria condizione e si sgolava tifando i gladiatori, che si ammazzavano nell’arena per il divertimento di chi li aizzava dagli spalti. Ammettendo che (...)


GRECIA

La crisi ti accorcia la vita (Numero 124 - Marzo 2014)

La crisi non crea solo disoccupazione e miseria: la crisi nel suo prolungarsi, riducendo in miseria masse di lavoratori salariati, pensionati, piccola borghesia, ha peggiorato anche le loro condizioni di salute e ridotto la loro aspettativa di vita. Un recente studio effettuato dalle (...)


NESSUNA ILLUSIONE DAL FORUM DI DAVOS (Numero 124 - Marzo 2014)

Come ogni anno si è riunito a Davos il World Economic Forum, il vertice che riunisce una cinquantina di capi di Stato e di Governo. Obiettivo: fare il punto della situazione economica del mondo e tentare (inutilmente) di dare un ordine a un sistema per natura anarchico. Titolo del 2014 “Il (...)


CLIMA DI GUERRA FREDDA (Numero 124 - Marzo 2014)

Nel braccio di ferro, essenzialmente diplomatico, che sta opponendo i paesi imperialisti occidentali alla Russia a proposito dell’Ucraina, si è colpiti dal tono dei discorsi occidentali. Sanno di guerra fredda, questo contrasto di interessi che aveva opposto gli Stati Uniti e i loro alleati (...)


Ucraina

I PERICOLI PER LA POPOLAZIONE (Numero 124 - Marzo 2014)

Dietro le minacce e i rumori di guerra
Dopo agli avvenimenti in Ucraina e la caduta di Yanukovich i giornali si sono riempiti di titoli da vigilia di guerra del tipo "avvertimento americano alla Russia" oppure “dimostrazione di forza dell’esercito russo in Crimea", o addirittura “le forze russe avanzano” senza tener conto che in Crimea (...)


| Home | Area riservata |

     RSS it RSSIl Giornale RSSAnno 2014   ?